The Conjuring 2 – Il Caso Enfild


“C’era un uomo storto e ha camminato per un miglio storto. Ha trovato una moneta storta da sei pence su una scaletta storta. Ha comprato un gatto storto che ha catturato un topo storto. E vissero tutti insieme in una piccola casa storta.”

76485-c4

The Conjuring 2 – Il Caso Enfild


“Sono dato e sono preso, c’ero al tuo primo respiro, tu non lo hai chiesto ma io ti seguirò fino alla morte.”

tumblr_oh4l5oxdsv1r2aobgo8_r1_250

The Conjuring 2 – Il Caso Enfild


“Ogni tanto bisogna fare un atto di fede,
bisogna credere quando qualcuno non fa”

krxb

I.gifer.com

 

Doctor Sleep (Film 2019)


“Il dolore purifica il vapore
la paura anche quindi…comprenderai”

giphy

Giphy

Analisi e simbologia di “Shining”


PART 1.

SIMBOLOGIA

– Una delle prime ipotesi è il “Complotto lunare”, il filmato lo avrebbe girato proprio Stanley Kubrick, nel libro di Stephen King ci sono riferimenti alla famosa stanza 217 e non la 237, questo numero sarebbero i chilometri che separano la Luna e la Terra. Oltre a questo il piccolo Danny in una scena indossa un maglione con su scritto APOLLO 11 USA. Sul cartellino della stanza c’è scritto “ROOM N° 237” ovvero “MOO – R – N”, il nome scritto al contrario con qualche differenza nella lettera R, “La stanza della Luna” la stanza del segreto.

– Quando Mr. Halloran guida sotto la bufera di neve diretto all’albergo incrocia un incidente e la macchine si vede chiaramente che sono un camion e una Wolkswagen rossa. Quella macchina rossa è la macchina dei Torrence nel romanzo, che invece nel film è gialla.

– Un’altra categoria di simbologia che troveremo in questo film sono i messaggi subliminali:- Il viso di Stanley Kubrick tra le nuvole quando passa il suo nome nei titoli

  • La rivista letta da Jack nella hall dell’albergo prima del colloquio che è “Playgirl”

  • Infine “Cucciolo” il più piccolo dei 7 anni, quando Dan è in bagno di fronte allo specchio ed ha la sua prima visione

– Un ‘altra “lettura” simbolica richiama l’Olocausto, che inizialmente il film richiama con due indizi: la macchina da scrivere sulla quale c’è il simbolo dell’aquila che è una marca tedesca di nome “Adler – Aquila” , il secondo è il numero 42 che è il numero dell’anno in cui viene predisposta la soluzione ebraica, che appare nella moltiplicazione del numero della camera 237 ovvero 2x3x7: 42 , la data della fotografia alla fine è 4/7/1921 che la loro somma è 42

– Una chiave lettura molto interessante è che Shining che lo si può “leggere al contrario” in alcuni momenti come ad esempio la visione di Dan, che lui comincia dall’immagine finale della visione completa, oppure Wendy sulle scale la si vede indietreggiare perchè ha paura del marito, vediamo quindi che se proviamo a sovrapporre le immagini della fine a quelle dell’inizio vediamo, oppure all’inizio si sovrappone il nome di Jack N. con l’immagine della macchina gialla. Spesso l’inquadratura con le due gemelle associato alla figura di Wendy.

TEORIE

Il Mito del Minotauro
Le scene del labirinto richiamo la leggenda greca del Minotauro che viene ucciso in fine da Teseo, nella scena finale viene “riproposta” la scena finale quando Jack Torrence insegue il figlio Dan per tutto il labirinto.

Shining-Labyrinth

Il finto atterraggio sulla Luna
Una delle teorie più popolari di questo film e l’atterraggio sulla Luna, che il regista avrebbe falsificato l’atterraggio della nave spaziale dell’Apollo 11. Per primo vediamo la maglia di Dan con il missile dell’Apollo 11, la camera numero 237, che sarebbero le miglia che distanziano la Luna dalla Terra, che in realtà poi sarebbero precisamente 384, oppure le lattine nella dispensa e infine i disegni sul tappeto dell’albergo che richiamano la piattaforma di lancio dell’Apollo 11.

a_560x375

Il Genocidio dei nativi Americani
Questa teoria venne alla luce con il film “The Family Man” (1987) di Bill Blakemore che lui stesso sottolineava la presenza di lattine con la scritta “Calumet”, che vuol dire “pipa della pace”, la figura del capo Indiano nella dispensa. Inoltre Bill B. notava anche arazzi e dipinti all’interno dell’hotel che raffiguravano degli indiani con delle frecce.

calumet-in-the-shining_0-300x201

Jack Torrence come il Diavolo
La posizione di Jack nella fotografia del 1921 dell’ultima scena del film, fa riferimento ad una carta particolare dei tarocchi ovvero quella del diavolo la quindicesima carta degli arcani maggiori. Mentre nel libro Stephen King fa riferimento ad una foto in bianco e nero di Gesù e il Diavolo come Kubrick, questo si vede come il regista possa ribaltare l’universo di Stephen King.

19554209_1539893212728623_5325324128736001958_n

(Fonti: Lascimmiapensa, pizzacinema.wordpress.com)

Analysis and symbology of “Shining”

PART.1 

SYMBOLOGY
– One of the first hypotheses is the “Lunar Conspiracy”, the movie would have been shot by Stanley Kubrick, in Stephen King’s book there are references to the famous room 217 and not 237, this number would be the kilometers that separate the Moon and the Earth . In addition to this, the little Danny in one scene wears a sweater with APOLLO 11 USA written on it.

On the room tag there is written “ROOM N ° 237” or “MOO – R – N”, the name written in reverse with some difference in the letter R, “The room of the Moon” the room of the secret.

– When Mr. Halloran drives under the blizzard to the hotel, he encounters an accident and the cars clearly show that they are a truck and a red Wolkswagen. That red car is the Torrence car in the novel, which is yellow in the film.

– Another category of symbology that we will find in this film are the subliminal messages:

      – Stanley Kubrick’s face in the clouds when he passes his name in the headlines
The magazine read by Jack in the hotel lobby before the interview which is “Playgirl”
Finally “Cucciolo” the youngest of 7 years, when Dan is in the bathroom in front of the mirror and has his first vision

– Another symbolic “reading” recalls the Holocaust, which initially the film recalls with two clues: the typewriter on which there is the eagle symbol which is a German brand called “Adler – Aquila”, the second is the number 42 which is the number of the year in which the Jewish solution is prepared, which appears in the multiplication of the room number 237 or 2x3x7: 42, the date of the photograph at the end is 4/7/1921 that their sum is 42

– A very interesting key is that Shining that you can “read it backwards” in some moments such as Dan’s vision, that he starts from the final image of the complete vision, or Wendy on the stairs you see her back because afraid of her husband, then we see that if we try to superimpose the images of the end with those of the beginning we see, or at the beginning the name of Jack N. overlaps with the image of the yellow car. Often the shot with the twins associated with the figure of Wendy.

THEORIS

The Myth of the Minotaur
The scenes of the labyrinth recall the Greek legend of the Minotaur who is killed in the end by Theseus, in the final scene the final scene is “re-proposed” when Jack Torrence chases his son Dan throughout the labyrinth.

The fake landing on the moon
One of the most popular theories of this film is the moon landing, which the director would have falsified the landing of the Apollo 11 spacecraft. First we see Dan’s shirt with the Apollo 11 missile, chamber number 237. , which would be the miles that distance the Moon from the Earth, which in reality would then be precisely 384, or the cans in the pantry and finally the drawings on the hotel carpet that recall the launch pad of the Apollo 11.

The Native American Genocide
This theory came to light with Bill Blakemore’s film “The Family Man” (1987) which he himself stressed the presence of cans with the inscription “Calumet”, which means “pipe of peace”, the figure of the Indian chief in the pantry . In addition Bill B. also noticed tapestries and paintings inside the hotel depicting Indians with arrows.
Jack Torrence as the Devil
Jack’s position in the 1921 photograph of the last scene of the film refers to a particular tarot card or the devil’s fifteenth major arcana card. While in the book Stephen King refers to a black and white photo of Jesus and the Devil as Kubrick, this is seen as the director can overturn the universe of Stephen King.

Simbologia di Midsommar


PARTE 1

Midsommar come molti film diretti in questo modo, ha molte particolarità e simbologie racchiuse in esso, iniziando con l’ambientazione che è in Svezia il buio sembra non esistere, ovviamente, e tutto il film è “circondato” da una luce accecante chiamato anche: “Sole a Mezzanotte”.

La trama è incentrata su quattro ragazzi laureandi in antropologia , partono per una vacanza studio alla quale all’ultimo si aggiunge anche Dani Ardor, la quale Christian il suo ragazzo, la invita per distrarsi da un periodo di tensione e dolore della morte dei suoi genitori causata dalla sorella prima che si suicidasse.

midsommar-1551957977

Esquire

INTERPRETAZIONE
La storia inizia con Dani che affronta una situazione famigliare molto difficile nel momento in cui la sua situazione amorosa sta andando in pezzi: il suo ragazzo, Christian, vorrebbe lasciarla, ma nel momento in cui vorrebbe farlo a Dani succede una tragedia, la sorella di Dani uccide i loro genitori prima di togliersi la vita.  I principali interpreti di questi film sono proprio Dani e Christian, la prima è una brillante studentessa di psicologia, Christian strafottente e vigliacco lo vediamo all’inizio che rifiuta le sue telefonate e richieste d’aiuto e le risponde svogliatamente e le continua a dire che è isterica e reagisce in modo esagerato alle mail d’aiuto della sorella che è bipolare.

Qualche minuto dopo Dani chiama ancora Christian urlando e gli dice che la sorella si è tolta la vita uccidendo prima i genitori, in questo caso è importante notare la scena in cui “Dani inconsolabile e piange fra le braccia di Christian e lui guarda nel vuoto come se la cosa non gli interessasse”.

Ari Aster definisce questo film, un film “sulla rottura”, tutto il film si basa sulla relazione di Dani e Christian e per tutta la vicenda, iniziando dalle prime scene, la tratta con indifferenza ignora la sua sensibilità e le sue emozioni non facendo caso che la ragazza sia in un situazione di grande fragilità e in seguito il rituale del ättestupa un rituale tipico svedese che tratta il suicidio in modo particolare.

Con l’andare avanti del film vediamo che il film prende delle sorti particolari per ognuno degli interpreti prima gli amici di Dani e Christian, e infine loro due che rimangono per ultimi.

unnamed

Best Movie

Dani insieme alle altre donne della comunità partecipa ad una competizione e vincendo diventa “Regina di Maggio”, mentre Christian viene soggiogato da un filtro e portato via per accoppiarsi con la giovane Maya, ma questo lo porterà a compromettere del tutto il rapporto che ha con Dani che quando viene a scoprirlo, richiamata da dei rumori provenienti da un capannone, viene straziata dal dolore, ma stavolta il film mostra che non è SOLA…le altre donne la circondano e “imitano” il suo pianto come condivisione del dolore.

Questa “condivisione del dolore” nel film è vista anche all’inizio durante il rituale dell’ ättestupa  in cui i membri della comunità gridavano imitando il dolore delle persone sacrificate ovvero “danno valore alla solidarietà al di sopra di tutto”.

Film Review - Midsommar

Boston Herald

Dopo che Christian ha avuto il suo “scopo”, ovvero quello di portare il “sangue esterno” nella comunità, accoppiandosi con Maya, si arriva alla conclusione del film ovvero il “sacrificio rituale” quindi veniamo a sapere che Mark, Connie, Josh e Simon sono stati uccisi per essere sacrificati, ma per completare il rito ci vogliono altri due volontari e uno scelto dalla Regina di Maggio in questo caso Dani che infine sceglie proprio Christian che, ancora vivo, viene rivestito da una carcassa di orso e bruciato vivo nel tempio insieme agli altri.

Dopo di che danno fuoco al tempio e si vede che Dani, che da donna dolorante e tradita cambia totalmente espressione e i unisce agli altri per le celebrazioni che ora considera la sua “famiglia”.
Vedendo cosi il film dall’inizio vediamo che Dani è totalmente sola nel suo dolore perché Christian e suoi amici non riescono a comprendere il suo dolore, mentre negli ultimi atti del film si sente ascoltata, compresa e soprattutto visibile dalla comunità, nel suo complesso il film vuole dare importanza alle emozioni e che siano belle o brutte è importante condividerle. Cosi Dani alla fine del film trova una “nuova” famiglia con la quale condividere le sue emozioni.

midsommar-h

Mobyflick

Il film descrive quanto sono complicate le relazioni amorose e familiari quando nelle fondamenta non ci sono ne empatia e ne comprensione reciproca e negli esseri umani è difficile convivere con la solitudine ed avere un famigliare o un compagno vicino per condividere i suoi sentimenti è quasi fondamentale.

(Fonte: il Cineocchio)

Symbols of Midsommar

PART 1

Midsommar like many films directed in this way, has many peculiarities and symbols enclosed in it, starting with the setting that is in Sweden, the darkness does not seem to exist, of course, and the whole film is “surrounded” by a blinding light also called: “Midnight sun”.
The plot focuses on four undergraduates in anthropology, they leave for a study holiday to which Dani Ardor, Christian, her boyfriend, also joins her last, invites her to distract herself from a period of tension and pain of the death of her parents caused by her sister before she committed suicide.

INTERPRETATION
The story begins with Dani who faces a very difficult family situation when her love situation is falling apart: her boyfriend, Christian, would like to leave her, but when Dani would like to do it, a tragedy happens, the sister of Dani kills their parents before committing suicide. The main performers of these films are Dani and Christian, the first is a brilliant student of psychology, Christian arrogant and cowardly we see him at the beginning who refuses his phone calls and requests for help and responds listlessly and continues to say that she is hysterical and reacts exaggeratedly to her bipolar sister’s help emails.
A few minutes later Dani still calls Christian screaming and tells him that his sister committed suicide by killing her parents first, in this case it is important to note the scene in which “Dani inconsolable and crying in Christian’s arms and he looks into the void as if it didn’t interest him. “

Ari Aster defines this film, a film “about the breakup”, the whole film is based on the relationship of Dani and Christian and for the whole affair, starting from the first scenes, he treats her with indifference ignores his sensitivity and his emotions not paying attention that the girl is in a situation of great fragility and following the ritual of ättestupa a typical Swedish ritual that treats suicide in a particular way.

As the film progresses, we see that the film takes particular turns for each of the performers, first of all Dani and Christian’s friends, and finally the two of them who remain last.

Dani together with the other women of the community participates in a competition and winning becomes “Queen of May”, while Christian is subjugated by a filter and taken away to mate with the young Maya, but this will lead him to compromise completely the relationship he has with Dani who, when she comes to find out, recalled by the noises coming from a shed, is tormented by pain, but this time the film shows that she is not ALONE … the other women surround her and “imitate” her crying as sharing the pain.

This “sharing of pain” in the film is also seen at the beginning during the ättestupa ritual
in which the members of the community shouted imitating the pain of the sacrificed people or “they value solidarity above all else”.
After Christian had his “purpose”, that is to bring “external blood” to the community, by mating with Maya, we arrive at the conclusion of the film or the “ritual sacrifice” so we learn that Mark, Connie, Josh and Simon were killed to be sacrificed, but to complete the rite it takes two other volunteers and one chosen by the Queen of May in this case Dani who finally chooses Christian who, while still alive, is covered by a bear carcass and burned alive in the temple together with the others.

After that they set fire to the temple and it is seen that Dani, who from a sore and betrayed woman totally changes expression and joins the others for the celebrations that she now considers her “family”.

Seeing the film from the beginning we see that Dani is totally alone in her pain because Christian and her friends cannot understand her pain, while in the last acts of the film she feels listened to, understood and above all visible by the community, as a whole the film wants to give importance to emotions and whether they are beautiful or ugly it is important to share them. So Dani at the end of the film finds a “new” family with whom to share her emotions.
The film describes how complicated love and family relationships are when in the foundations there is neither empathy and mutual understanding and in humans it is difficult to live with loneliness and having a family member or close partner to share his feelings is almost fundamental.

(Fonte: il Cineocchio)

 

Simbolismo di Stranger Things


PRIMA PARTE

Quello che riporterò qui scritto è ciò che ho trovato in giro su internet su vari siti, che poi vi elencherò alla fine dell’articolo. Cominciamo a dire che l’intera serie di “Stranger Things” è incentrata su un mondo “dualistico” ovvero due mondi che si dividono in due: quello “REALE” e quello del “SOTTOSOPRA”, questi due mondi anche se sono separati sono uniti da un “Gateway” che naturalmente le persone non vedono, ma in qualche modo collega i due mondi.

La serie inoltre a riportato alla luce due argomenti molto delicati che sono l’ KULTRA e MONTAUK.

dungeons-dragons-dado

Rolling Stone

Un altro elemento simbolico importante è che nella serie i razzi amano giocare a Dungeon Dragon e sappiamo che la campagna di Mike è durata quasi dieci ora e la prima stagione di Stranger Things dura quasi 10 ore .

Il Progetto MONTAUK

La storia di “Stranger Things” si basa su un governo fantasma, chiamato dalla serie “Governo Ombra”, e la prima ipotesi sul quale si pensa che abbiano scritto questa serie sulla base del progetto Montauk e le principali organizzazioni che vengono citate sono la CIA, la NSA e il Dipartimento dell’Energia.

Il Dipartimento dell’Energia (DOE) è una un’organizzazione americana che gestisce una potente infrastruttura in tutto il paese che tratta il programma nucleare nazionale, produrre reattori nucleari per la Marina degli Stati Uniti, il risparmio energetico, la ricerca materia di energia dello smaltimento dei rifiuti radioattivi e della produzione d’energia domestica.

download

The Sun

Il titolo originale della serie di Stranger Things inizialmente era MONTAUK che per l’appunto sarebbe stato ambientato a Montauk NY, ma i creatori della serie si sono solo ispirati liberamente a questa “leggenda” cosi hanno creato una città immaginaria nell’Indiana e il MONTAUK è diventato il “Governo Ombra”.

IL GOVERNO OMBRA
Nella serie quest’organizzazione prende tutte le precauzioni necessarie per passare in osservato come fare passare i suicidi degli omicidi che compiono di tutti quelli che sanno troppo, copre i casi dei bambini rapiti giustificandoli con la morte oppure ostacola la polizia e gl’investigatori che sono alla ricerca della verità su di loro quindi opera al di sopra della legge di qualsiasi governo.

strangerthings-head-art-2

Long Island Press

IL SOTTOSOPRA E IL DEMOGORGONE
Il Sottosopra è una conseguenza degli esperimenti del Laboratorio Nazionale che crea un portale che conduce ad esso, i bambini lo paragonano alla Valle delle Ombre di Dungeon & Dragons e questa dimensione è un potente campo magnetico.

Il Demogorgone è un mostro senza volto che viene riconosciuto dai bambini come “Il Demogorgone” per il gioco di Dungeon & Dragon e in questa realtà gli viene dato il nome di Principe dei Demoni per la sua influenza e potere. Questo mostro simbolicamente rappresenta il lato “mostruoso” che c’è dietro agli esperimenti scientifici occulti della società d’elite che si nutre di sangue innocente infatti viene descritto dai bambini “ Il senza volto” un po’ come l’elite occulta.

digital-concept-art-for-the-demogorgon-source-aaron-sims-creative-999x500

Lega Nerd

(Fonte: https://neovitruvian.wordpress.com; https://vigilantcitizen.com)

 

SYMBOLIC ANALYSIS OF “STRANGER THINGS”

FIRST PART

What I will report here is what I found around the internet on various sites, which I will then list at the end of the article. We begin to say that the whole series of “Stranger Things” is centered on a “dualistic” world or two worlds that divide into two: the “REAL” one and the “Upside down” one, these two worlds even if they are separated they are united by a “Gateway” that people naturally don’t see, but somehow connects the two worlds.
The series also brought to light two very delicate topics which are KULTRA and MONTAUK.

Another important symbolic element is that in the series the rockets love to play Dungeon Dragon and we know that Mike’s campaign lasted almost ten hours and the first season of Stranger Things lasts almost 10 hours.

The MONTAUK Project
The story of “Stranger Things” is based on a ghost government, called by the series “Shadow Government”, and the first hypothesis on which they are thought to have written this series based on the Montauk project and the main organizations that are mentioned are the CIA , the NSA and the Department of Energy.

The Department of Energy (DOE) is an American organization that manages a powerful infrastructure across the country that deals with the national nuclear program, producing nuclear reactors for the United States Navy, energy conservation, energy research of the disposal of radioactive waste and domestic energy production.

The original title of the Stranger Things series was initially MONTAUK which would have been set in Montauk NY, but the creators of the series were only inspired by this “legend” so they created an imaginary city in Indiana and MONTAUK has become the “Shadow Government”.

THE SHADOW GOVERNMENT
In the series, this organization takes all the necessary precautions to pass into observed how to pass the suicides of the murders that they make of all those who know too much, covers the cases of the kidnapped children justifying them with death or hinders the police and investigators who are in search of the truth about them it therefore operates above the law of any government

THE UPSIDE DOWN AND THE DEMOGORGONE
The Upside Down is a consequence of the experiments of the National Laboratory which creates a portal leading to it, the children compare it to the Valley of Shadows by Dungeon & Dragons and this dimension is a powerful magnetic field.
The Demogorgon is a faceless monster that is recognized by children as “The Demogorgon” for the game of Dungeon & Dragon and in this reality it is given the name of Prince of Demons for its influence and power. This monster symbolically represents the “monstrous” side that lies behind the occult scientific experiments of the elite society that feeds on innocent blood, in fact it is described by children as “The faceless” a bit like the occult elite.

(Fonte: https://neovitruvian.wordpress.com; https://vigilantcitizen.com)

 

Analisi simbolica del film”Madre”


Il film “Madre!” di Darren Aronofsky è un film nel quale nasconde una simbologia al quanto interessante, tra le diverse ve n’è una che richiama le dieci piaghe d’Egitto.

Prima Piaga: L’acqua si tramuta sangue, rappresentata dalla macchia in soggiorno che poi si espande nello scantinato.

Seconda Piaga: Le Rane, che si trovano nel seminterrato dietro il muro

Terza Piaga: Gli insetti, che girano intorno alla finestra

Quarta Piaga: Le Bestie selvatiche calcano la Terra, gli ospiti che si presentano alla veglia funebre.

Quinta Piega: Moria del bestiame, quando vediamo un’ape morta sul bancone

Sesta Piaga: Ulcere su bestie e su uomini, sono le ferite che vediamo sul corpo di Ed Harris quando sta male in bagno

Settima Piaga: La pioggia di fuoco e di ghiaccio: Le tubature della casa che esplodono dopo il disastro.

Ottava Piaga: Le Locuste, sono i “fan” del poeta, che è interpretato da Janvier Bardem, che distruggono la casa.

Nona Piaga: Le Tenebre, è lo spry al peperoncino che viene iniettato negli occhi di Jennifer Lawarence e di Bradem

Decima Piaga: Morte del Primogenito, è l’atto di cannibalizzazione da parte degli intrusi, del figlio della coppia alla fine

(Fonte: https://www.ilcineocchio.it/cinema/darren-aronofsky-celato-dieci-piaghe-bibliche-madre/)

Mary Regina di Scozia (2018)


“Io sarò diversa da Elisabetta, darò un erede a due troni”

source

Giphy.com

Midsommar – Il Villaggio Dei Dannati


“Midsommar” è il secondo lavoro di Ari Aster, definito un Folk Horror e ispirato a tradizioni culturali della Mezza Estate in Svezia. Il film è scritto e diretto dallo stesso regista ed interpretato principalmente da Florence Pugh, Jeck Raynor, William Jackson, Wilhelm Blogrem e Will Poulter.

PERSONAGGI

Dani Ardor:
E’ la protagonista del film, scioccata  dalla morte della sorella e dei suoi genitori decide di partire per la Svezia con il fidanzato Christian che presto scoprirà che non è la persona che ha sempre creduto

Christian Huges
E’ il fidanzato di Dani, un ragazzo al quanto “arrogante” con i suoi amici e tratta Dani con sufficienza e distacco, ma il suo comportamento avrà le sue conseguenze

Josh:
E’ uno degli amici di Dani e Christian, un ragazzo molto diligente nello studio e corretto, ma con il difetto di avere una grande curiosità che presto pagherà a caro prezzo

Mark:
E’ un’altro degli amici di Christian spesso lamentoso per il comportamento di Dani verso Christian, ma la sua strafottenza ed esuberanza verrà punita con una tortura mortale, molto famosa in Svezia, al quanto dolorosa chiamata “The Blood Eagle” “L’Aquila di Sangue”.

Pelle
E’ l’amico dei ragazzi ed appartiene alla comunità Hårga, che ha il compito di portare persone dall’esterno nella sua comunità per i loro sacrifici

Connie e Simon
Sono i due amici inglesi di Pelle che sono i primi che scompaiono misteriosamente

midsommar_XL_3

Ondacinema

TRAMA
Dani Ardor è una studentessa con vari problemi e l’improvvisa scomparsa dei suoi genitori e della sorella creano in lei un dolore immenso peggiorando le cose, spingendo il suo ragazzo, Christian, ad invitarla ad fare con lui e suoi amici un viaggio in Svezia, ma le cose non andranno come pensano specialmente per Christian suoi amici.

PRODUZIONE
Inizialmente il film avrebbe dovuto essere uno slasher ambientato in Svezia, ma Ari Aster rifiutò dicendo che non aveva nulla a che fare con la storia, quindi ha voluto concentrarla storia sui due personaggi principali della storia, Dani e Christian.
Le riprese iniziarono il 30 Ottobre 2018 e sono terminate nello stesso anno ed è stato stimato sugli 8 milioni di dollari

8a617758-8c08-4da4-8ae6-c51a403b948b

InsideTheShow.it

Durata/Runtime:
2 ore 27 min (147 min)
2 ore 51 min (171 min) (Director’s Cut)

Audio:     Dolby Digital

Colore/Color

Proporzioni/Aspect Ratio:   2,00: 1

Telecamera/Camera:
Obiettivi Panavision Millennium DXL2
Panavision Primo e Primo Artiste

Laboratorio/Laboratory:
Harbor Picture Company
New York (NY), USA (intermedio digitale)

Formato negativo/Negative Format:  DXL RAW (5K) (8K)

Formato film stampato:  DCP:

Processo cinematografico/Cinematographic Process:
DXL RAW (5K) (formato sorgente) (alcune scene)
DXL RAW (8K) (formato sorgente)
Digital Intermediate (4K) (formato principale)

Luoghi delle riprese/Location:
Ungheria, Budapest, Utah, Stati Uniti, Brooklin, New York,

MIDSOMMAR

“Midsommar” is the second work of Ari Aster, defined as a Folk Horror and inspired by the cultural traditions of Midsummer in Sweden. The film is written and directed by the same director and mainly played by Florence Pugh, Jeck Raynor, William Jackson, Wilhelm Blogrem and Will Poulter.

CHARACTERS

Dani Ardor:
She is the protagonist of the film, shocked by the death of her sister and her parents, she decides to leave for Sweden with her boyfriend Christian who will soon discover that she is not the person who has always believed

Christian Huges
He is Dani’s boyfriend, a boy who is “arrogant” with his friends and treats Dani with enough and detachment, but his behavior will have its consequences

Josh:
He is one of Dani and Christian’s friends, a very diligent boy in the study and correct, but with the defect of having a great curiosity that he will soon pay dearly

Mark:
He is another of Christian’s friends who often complain about Dani’s behavior towards Christian, but his arrogance and exuberance will be punished with a mortal torture, very famous in Sweden, as painful as called “The Blood Eagle”. of blood”.

Skin
He is the friend of the boys and belongs to the Hårga community, which has the task of bringing people from outside into his community for their sacrifices

Connie and Simon
They are the two English friends of Pelle who are the first who mysteriously disappear.

PLOT
Dani Ardor is a student with various problems and the sudden disappearance of her parents and sister creates immense pain in her making things worse, prompting her boyfriend, Christian, to invite her to take a trip to Sweden with him and her friends, but things will not go as they think especially for Christian his friends.

PRODUCTION
Initially the film was supposed to be a slasher set in Sweden, but Ari Aster declined saying it had nothing to do with the story, so he wanted to focus it on the two main characters in the story, Dani and Christian.
Filming began on October 30, 2018 and ended in the same year and was estimated at $ 8 million

(fonte: Wikipedia, IMDB)

 

 

 

Neovitruvian's Blog

Il mondo é governato da segni e simboli, non da leggi e frasi

The Putrescent Vein

Beneath the rot of the corrupted mind...

Wild heart, Gipsy soul

"Not all those who wander are lost"

Magik World

L'importante non è ciò che siamo, ma quello in cui crediamo e io...credo nell'Amore"

Il nascondiglio della strega

Tra magia e amore...

Biblica Gothica

- a guide to goth

Un punto di riferimento per Fanwriters e Scrittori!

Puoi fare qualsiasi cosa con la scrittura!

COOK&COMICS

cucina a fumetti!

Bruciami Dentro

Chi sono io? Sono solo una piccola donna che lotta ogni giorno contro i suoi demoni. A volte vincono loro e mi lasciano come un guscio vuoto, pronta ad essere nuovamente devastata. Altre volte invece sono io a vincere e allora vedo il sole anche se sta diluviando

wwayne

Just another WordPress.com site

NIENTE PANICO

procedete guardinghi perché non conoscete il vero volto delle cose che vi circondano

Ultimate Precure Orchestra!!

Blogging Precure, Singing Precure, Living Precure

Laura Imai Messina.com

Sito ufficiale di Laura Imai Messina

Filmmaker's Life

Il blog italiano del mondo dei Filmmakers

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: