Archivio | aprile 2019

Il Racconto dell’Ancella (Serie Tv 2017)


Il “Racconto dell’Ancella” è una serie televisiva tratta dal romanzo omonimo di Margaret Atwood, ideata da Bruce Miller e anche se prevale la presenza del regista Reed Morano ogni puntata è girata da un regista diverso.

Margareth Eleonor Atwood: è una poetessa, scrittrice e ambientalista canadese e nella sua vita lavora come critica letteraria, femminista e attivista. E’ una delle scrittrici viventi di fantascienza e narrativa più premiate, le sue poesie sono spesso ispirate a “miti”e “fiabe”, inoltre ha pubblicato alcuni racconti sulla rivista “Playboy”, nelle sue opere viene spesso preso in considerazione la preoccupazione per la civiltà occidentale e la politica che le considera uno stato di degrado. Le principali componenti delle sue opere sono la vasta cultura e l’ironia che si accompagnano in svariati cambiamenti di stile da opera in opera.

TRAMA
In una realtà disto pica dove la fertilità è in forte calo a causa dell’inquinamento dopo una guerra civile, il regime totalitario della città di Gilead assume il controllo della “zona” che un tempo era conosciuta come Gli Stati Uniti D’AmericaLa società  è divisa in classi sociali dove la donna è fortemente soggiogata, non possono lavorare, leggere o maneggiare denaro. A causa dell’alto tasso d’infertilità, le uniche donne rimaste fertili sono ribattezzate Ancelle e vengono assegnate a delle famiglie dove vengono abitualmente sottoposte ad abusi rituali da parte del proprio padrone chiamato Comandante al quale devono dei  figli. Ogni gruppo di donne è contraddistinto da un nome e un colore preciso: le “Ancelle” sono vestite di rosso, le “Marta” sono vestite di grigio, le “Mogli” sono vestite di verde mentre per il libro l’azzurro, le “Zie” sono vestite di marrone, mentre tutta la popolazione è di grigio che a sua volta è controllata dagli  “Occhi” una polizia segreta che scova i ribelli. Questa è la storia di June Osborne che viene ribattezzata DiFred, ovvero “Di proprietà di Fred” e viene assegnata al Comandante Fred Waterford e sua moglie Serena Joy, la serie alterna le scene del suo passato con il marito e la figlia e il presente dal quale vorrebbe scappare.

PERSONAGGI E INTERPRETI

June Osborne/DiFred: Interpretata da Elisabeth Moss, viene assegnata al comandante Waterford come Ancella, ma la sua permanenza in quella casa e la conoscenza di nuove persone le porterà un futuro diverso da quello che si sarebbe aspettata.

Comandante Fred Waterford: Interpretato da Joseph Fiennes, è un funzionario governativo, lui e sua moglie hanno preso parte alla fondazione di Gilead, comincia a “trasgredire” le regole della società quando una sera propone a June di giocare a scarabeo

Serena Joy Waterford: Interpretata Yvonne Strahovski, è la moglie del comandante Waterford e sembra che accetti il ruolo nel quale ha contribuito a creare con il marito, ma andando avanti capisce che non era quello che avrebbe voluto

Emily/Diglen/Disteven/Dijoseph: Interpretata da Alexis Bledel, è un’ancella che viene affiancata a June nelle passeggiate quotidiane. Aveva una moglie e un figlio ed era docente di biologia cellulare all’università. Essendo omosessuale era considerata una “traditrice di genere”, che a Gilead è punibile con la morte. Di solito i professori vengono portati nelle colonie, ma a lei le è stata data una possibilità per la sua fertilità

Janine/Diwarren/Didaniel: Interpretata da Madeline Brewer, è entrata a far parte delle ancelle nello stesso periodo di June per il suo carattere esuberante e dispettoso le viene rimosso un occhio per punizione e diventa mentalmente instabile, dopo di che diventa “Didaniel”.

Zia Lydia: Interpretata da Ann Dowd, è la “Zia” a capo del suo gruppo che controlla le ancelle costantemente

Luke Bankole: Interpretato da Francesco Mei, è il marito di June, ma la loro unione nella nuova società non è considerata valida e Hannah viene considerata figlia illegittima, viene affidata ad un’altra famiglia, inizialmente June lo crede morto, ma scopre che è riuscito a fuggire dal Canada.

Nick Blaine: Interpretato da Max Minghella, è una spia che fa parte della squadra degli “Occhi”, alla fine s’innamorerà di June.

Moira: Interpretata da Samira Wiley, è la migliore amica di June che riesce a scappare prima di essere assegnata ad una casa, ma viene di nuovo catturata e diventa “Ruby” una meretrice che lavora al bordello di Jezebel, ma rincontrando di nuovo June si convince di fuggire di nuovo.

Rita:  Interpretata da Amanda Brughel, è la marta della casa nella quale viene assegnata June.

The Handmaid’s Tale

The “The Handmaid’s Tale” is a television series based on the novel of the same name by Margaret Atwood, conceived by Bruce Miller and although the presence of director Reed Morano prevails, each episode is shot by a different director.

Margareth Eleonor Atwood: she is a Canadian poet, writer and environmentalist and in her life she works as a literary critic, feminist and activist. She is one of the most awarded science fiction and narrative living writers, her poems are often inspired by “myths” and “fairy tales”, she has also published some stories in the magazine “Playboy”, in her works the concern for Western civilization and the policy that considers them a state of degradation. The main components of his works are the vast culture and irony that go along with various changes of style from work to work.

PLOT
In a distanced reality where fertility is in sharp decline due to pollution after a civil war, the totalitarian city of Gilead takes control of the “area” that was once known as the United States of America.
Society is divided into social classes where the woman is strongly subjugated, cannot work, read or handle money.
Because of the high rate of infertility, the only women who remain fertile are renamed Ancelle and are assigned to families where they are routinely subjected to ritual abuse by their master called Commander to whom they have children.
Each group of women is characterized by a name and a precise color: the “Ancelle” are dressed in red, the “Marta” are dressed in gray, the “Mogli” are dressed in green while for the book the blue, the ” Aunts “are dressed in brown, while the whole population is gray, which in turn is controlled by the” Eyes “a secret police that finds the rebels.
This is the story of June Osborne that is renamed DiFred, or “Owned by Fred” and assigned to Commander Fred Waterford and his wife Serena Joy, the series alternates scenes from his past with her husband and daughter and the present from which he would like to escape.

CHARACTERS AND INTERPRETERS

June Osborne / DiFred: Starring Elisabeth Moss, she is assigned to Commander Waterford as Ancella, but her stay in that house and the knowledge of new people will bring her a different future from what she would have expected.

Commander Fred Waterford: Played by Joseph Fiennes, he is a government official, he and his wife took part in the founding of Gilead, he begins to “transgress” the rules of society when he proposes June to play beetle

Serena Joy Waterford: Interpreted Yvonne Strahovski, she is the wife of Commander Waterford and seems to accept the role in which she helped create with her husband, but going forward she understands that it was not what she wanted
 
Emily / Diglen / Disteven / Dijoseph: Interpreted by Alexis Bledel, she is a handmaid who is joined to June in daily walks. He had a wife and son and was a professor of cell biology at the university. Being homosexual, she was considered a “gender traitor”, who in Gilead is punishable by death. Usually the professors are taken to the colonies, but she was given a chance for her fertility

Janine / Diwarren / Didaniel: Interpreted by Madeline Brewer, she joined the maidens at the same time as June due to her exuberant and spiteful nature and one eye is removed as a punishment and becomes mentally unstable, after which she becomes “Didaniel”.

Aunt Lydia: Played by Ann Dowd, she is the “Aunt” at the head of her group that constantly controls the maids

Luke Bankole: Interpreted by Francesco Mei, he is June’s husband, but their union in the new society is not considered valid and Hannah is considered an illegitimate daughter, is entrusted to another family, initially June believes him dead, but discovers that he is managed to escape from Canada.

Nick Blaine: Performed by Max Minghella, he is a spy who is part of the “Eyes” team, and will eventually fall in love with June.

Moira: Played by Samira Wiley, she is June’s best friend who manages to escape before being assigned to a house, but is again captured and becomes “Ruby” a harlot who works at Jezebel’s brothel, but when she meets June again convinces to flee again.

Rita: Interpreted by Amanda Brughel, it is the marta of the house in which June is assigned.

 

 

La Rosa


Questo fiore nel mondo del cinema spesso e volentieri viene ricordato per il film d’animazione “La Bella e la Bestia” o il film “Il Nome della rosa”, ma in se ha un valore simbolico molto profondo anche in altri ambiti come l’arte, la religione e anche nella politica, ma quello che risalta di più alla sua importanza è il valore che ha nella botanica.

Fa parte della famiglia delle “Rosacee” che comprende più di 150 specie originarie dell’Europa e dell’Asia.

Nella maggior parte la Rosa viene associata a diversi significati e simboli secondo l’epoca e il luogo spesso è legata al colore che assume. Tra i significati più importanti vediamo l’amore passionale, la purezza, la verginità, la vanità, la bellezza la sensualità e la decadenza, la vediamo anche in iconografie cattoliche e nell’oggetto sacro del Rosario

Il Rosario
Nella religione Cattolica, il Rosario viene attribuito alla Vergine Maria per il fatto che la Rosa è il fiore associato alla Madonna. Nelle litanie lauretane la Madonna è definita come la “Rosa Mistica” e in molte zone di culto compare la Madonna come: “La Madonna del Roseto”, “Santa Maria delle Rose”, “Maria Santissima Rosa Mistica” e la “Madonna delle Rose”, mentre le rose scolpite sui confessionali sono simbolo di segretezza infatti la locuzione latina “Sub-Rosa” aveva il significato di una cosa rivelata in segretezza.

La rosa nell’antichità
Nell’antichità, spesso greca e romana, festeggiavano la festività di “Rosalia” che cadeva 11 Maggio e 15 Luglio ed era legata al culto dei morti, nel mondo cristiano invece la Pentecoste viene definita come “Pasqua delle Rose”.

Templeofrosycross

Il tempio della Rosacroce, Teophilus Schweighardt Constantiens, 1618

La rosa nella mistica cristiana
A questa categoria appartengono la figura del “Santo Graal” e la “Rosa Celeste”, “la Candida Rosa”, della Divina Commedia e infine la “Rosa Mistica” delle Litanie della Madonna, nel Medioevo invece veniva usata come simbolo come figura del Nimbo, più specificamente l’Aureola,  ed è posto sopra il confessionale come segno di discrezione.

La rosa dei Rosacroce:
In questo contesto la rosa ha un significato abbastanza particolare, nel gruppo dei Rosacroce, uno dei gruppi esoterici più rilevanti, la rosa è a cinque petali uno è al centro della croce del Cristo rappresentando cosi il “Sacro Cuore” e la rosa è rappresentata su ogni ramo della croce.

Raffaello_Santi_-_Madonna_della_Rosa_(Prado)

Raffaello, Madonna della Rosa, circa 1517, olio su tela, 103 × 84 cm. Museo Nazionale del Prado, Madrid

La rosa nell’arte
La rosa è un simbolo che è legato agli eventi conviviali è simbolo dell’amore ed è legato alla mitologia di Venere e Adone come anche a Cupido punto da una spina. Nella mitologia funebre indica i martiri come Santo Stefano che porta una corona di rose come simbolo della processione dei martiri in Paradiso.

La rosa nella letteratura
Nella letteratura la figura della rosa e molto di diffusa a cominciare dalle “Cronache del ghiaccio e del fuoco” dove c’è il casato dei Tyrell che ha il simbolo della rosa, il ciclo dei romanzi di Gabriele D’Annunzio “Il Piacere, L’Innocente e Il Trionfo della morte” sono chiamati  “Il ciclo della Rosa”, nel quale sono espressi i temi della sensualità e della voluttà, nel “Piccolo Principe” la rosa del protagonista è fondamentale nell’opera e infine “Il Nome Della Rosa” è un notissimo romanzo di Umberto Eco.

800px-Tudor_Rose.svg

Simbolo della dinastia Tudor, ricavato delle due casate dei Lancaster e gli York, Rosa rossa e Rosa Bianca

La Rosa come simbolo politico
La rosa in è spesso presente anche come simbolo del “Socialismo” e della “Socialdemocrazia” noto come il partito “La Rosa nel Pugno”, nella Germania nazista era nota la “Rosa Bianca” uno dei maggiori oppositori del regime hitleriano, infine è molto famosa “La Guerra delle Due Rose” una guerra fra le famiglie Lancaster e York che nei loro stemmi avevano due  rose una bianca e l’altra rossa.

Rose

This flower in the world of cinema is often remembered for the animated film “The Beauty and the Beast” or the film “The Name of the Rose”, but in itself it has a very deep symbolic value even in other areas such as the art, religion and even politics, but what stands out most from its importance is the value it has in botany.
It is part of the “Rosaceae” family which includes more than 150 species native to Europe and Asia.

In most parts the Rose is associated with different meanings and symbols according to the era and the place is often linked to the color it takes. Among the most important meanings we see passionate love, purity, virginity, vanity, beauty, sensuality and decadence, we also see it in Catholic iconography and in the sacred object of the Rosary

The Rosary
In the Catholic religion, the Rosary is attributed to the Virgin Mary due to the fact that the Rose is the flower associated with the Madonna. In the Loreto litanies the Madonna is defined as the “Mystical Rose” and in many cult areas the Madonna appears as: “The Madonna del Roseto”, “Santa Maria delle Rose”, “Maria Santissima Rosa Mistica” and the “Madonna delle Rose “, While the roses carved on the confessionals are a symbol of secrecy, in fact the Latin expression” Sub-Rosa “had the meaning of something revealed in secrecy.

The rose in antiquity
In antiquity, often Greek and Roman, they celebrated the feast of “Rosalia” which fell on May 11 and July 15 and was linked to the cult of the dead, while in the Christian world Pentecost is defined as “Easter of the Roses”.

The rose in Christian mysticism
To this category belong the figure of the “Holy Grail” and the “Rosa Celeste”, “the Candida Rosa” of the Divine Comedy and finally the “Mystical Rose” of the Litany of the Madonna, in the Middle Ages instead it was used as a symbol as a figure of the Nimbus , more specifically the Aureola, and is placed above the confessional as a sign of discretion.

The Rosicrucian rose:
In this context the rose has a rather particular meaning, in the Rosicrucian group, one of the most relevant esoteric groups, the rose is five-petaled, one is at the center of the cross of Christ thus representing the “Sacred Heart” and the rose is represented on every branch of the cross

The rose in art
The rose is a symbol that is linked to convivial events, it is a symbol of love and is linked to the mythology of Venus and Adonis as well as to Cupid’s point by a thorn. In funeral mythology it indicates the martyrs as Saint Stephen who wears a crown of roses as a symbol of the procession of martyrs in Paradise.

The rose in literature
In literature the figure of the rose is very widespread starting with the “Chronicles of ice and fire” where there is the Tyrell family that has the symbol of the rose, the cycle of novels by Gabriele D’Annunzio “Il Piacere, L “Innocent and the Triumph of Death” are called “The cycle of the Rose”, in which the themes of sensuality and voluptuousness are expressed, in the “Little Prince” the rose of the protagonist is fundamental in the work and finally “The Name of the Rose “Is a well-known novel by Umberto Eco.

The Rose as a political symbol
The rose in is often also present as a symbol of “Socialism” and of the “Social Democracy” known as the “La Rosa nel Pugno” party, in Nazi Germany the “White Rose” was known as one of the major opponents of the Hitler regime, finally it is very famous “The War of the Two Roses” a war between the Lancaster and York families that in their coats of arms had two roses one white and the other red.

Neovitruvian's Blog

Il mondo é governato da segni e simboli, non da leggi e frasi

The Putrescent Vein

Beneath the rot of the corrupted mind...

Wild heart, Gipsy soul

"Not all those who wander are lost"

Magik World

"Amor Vincit Omnia"

Il nascondiglio della strega

Tra magia e amore...

Biblica Gothica

- a guide to goth

Un punto di riferimento per Fanwriters e Scrittori!

Puoi fare qualsiasi cosa con la scrittura!

COOK&COMICS

cucina a fumetti!

Bruciami Dentro

Chi sono io? Sono solo una piccola donna che lotta ogni giorno contro i suoi demoni. A volte vincono loro e mi lasciano come un guscio vuoto, pronta ad essere nuovamente devastata. Altre volte invece sono io a vincere e allora vedo il sole anche se sta diluviando

wwayne

Just another WordPress.com site

NIENTE PANICO

procedete guardinghi perché non conoscete il vero volto delle cose che vi circondano

Ultimate Precure Orchestra!!

Blogging Precure, Singing Precure, Living Precure

Filmmaker's Life

Il blog italiano del mondo dei Filmmakers

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: