Le Stelle


Con il film di “Melancholia” ho voluto iniziare anche a parlarvi di un argomento che trovo molto interessante, nel film viene citata la stella di Antares, la stella più luminosa della costellazione dello Scorpione e partendo da questo voglio iniziare alla base dell’argomento, parlando della stella.

La Stella è l’unico corpo celeste, dell’universo, che s’illumina di luce propria.

Ogni stella viene classificata e catalogata a seconda dei vari criteri ce si basano sulla luminosità, variabilità, temperatura, grandezza ed alcune volte sul “materiale” di cui è composta.

Nomenclatura e catalogazione:
Le stelle più luminose hanno un nome proprio che possono essere arabi o latini invece la quantità di stelle viene identificata dai numeri di catalogo. A partire dal XVII secolo vennero identificate in sistemi di “Nomenclatura” e i principali sono:

Nomenclatura di Bayer: si serve dell’alfabeto greco, cominciando con a che le classifica come le più luminose e quando queste diventano insufficienti dalle minuscole dell’alfabeto latino vengono seguite dal genitivo del nome latino della costellazione: “a Centauri, y Velorum ε Indi”.

800px-Uranometria_orion

Orione nell’atlante “Uranometria” di Bayer

Nomenclatura di Flamsteed: che è un po’ più semplice perché è basata sui numeri, assegnando l’1 alla più luminosa e con quella con un ascensione più retta meno luminosa, esempio: “4 Ursae Majoris, 14 Herculis, 61 Cygni”, ecc…

Nomenclatura delle stelle variabili: basata sulle maiuscole dell’alfabeto latino a partire della R, seguite dal genitivo della costellazione e in alcune stelle variabili la nomenclatura  è tale che  la più bassa si identifica con la lettera V, che sta appunto per Variabile seguita dal numero e dal genitivo della costellazione, esempio: “S Doradus, RR Lyrae, V838 Monocerotis”, ecc…

L’astronomia Osservativa con l’andare avanti usarono sempre dei sistemi più avanzati cosi hanno dato vita al sistema di nomenclatura i quali di conseguenza le classificarono in “Cataloghi stellari”.

Cataloghi Stellari:
Bright Star
Catalogo ADS: il catalogo delle “Stelle Doppie”
Catalogo AGK
Catalogo Hipparcos:
Catalogo Henry Draper: Catalogo dei dati astro metrici e spettroscopici
Catalogo HR: Catalogo delle “Stelle Brillanti”
Catalogo PPM
Catalogo SAO
Catalogo WDS
Fudamental Katalog
General Catalogue of Variable Stars
Bonner Bonner DurchMusterung

CLASSIFICAZIONE

Classificazione Spettrale Morgan-Keenan: si basa sulla temperatura superficiale (sul colore) e a sua volta consente di dividere le stelle in vari gruppi ovvero i Tipi Spettrali: W, O, B, A, F, G, K, M, (R, S, N), L, T, ed ogni tipo spettrale viene suddiviso in varie sottoclassi cominciando dallo 0 che è la più calda alla 9 che è la meno calda.

Classificazione Spettrale di Yerkes: Associata alla precedente, mette in conto gli effetti della luminosità e delle dimensioni delle loro linee spettrali e le divide in otto sottoclassi da 0 che identifica le ipergiganti a VII, che sono le Nane Bianche che a loro volta hanno una suddivisione particolare.

1280px-Morgan-Keenan_spectral_classification

La classificazione spettrale Morgan-Keenan.

Ci sono altre stelle che hanno un ulteriore classificazione, per descrivere le loro particolarità spettrali, utilizzano la lettera M per identificare il livello dei metalli e la V di var per la variabilità per i tipi spettrali

Queste sono le principali classificazioni stelle spettrali:
Stella Sottonana
Stella Nana

Stella Classe O V
Stella Classe B V
Stella Classe A V
Stella Classe F V
Stella Classe G V
Stella Classe K V
Stella Classe M V

Stella sub gigante

Stella Gigante
Gigante Blu
Gigante Rossa

Stella Gigante Brillante
Stella Supergigante

Supergigante Blu
Supergigante Rossa
Supergigante Gialla

Stella Ipergigante
Stella di Wolf-Rayet

“THE STARS

With the film “Melancholia” I also wanted to start talking about a topic that I find very interesting, in the film is mentioned the star of Antares, the brightest star of the constellation Scorpio and starting from this I want to start the basis of the topic, talking about the star.

The Star is the only celestial body of the universe, which is illuminated with its own light.

Each star is classified and cataloged according to the various criteria based on brightness, variability, temperature, size and sometimes on the “material” it is made of.

Nomenclature and cataloging:
The brightest stars have a proper name that can be Arabic or Latin instead the amount of stars is identified by the catalog numbers. From the seventeenth century were identified in “Nomenclature” systems and the main ones are:

Bayer’s nomenclature: uses the Greek alphabet, starting with a that classifies them as the brightest and when they become insufficient from the lower-case letters of the Latin alphabet are followed by the genitive of the Latin name of the constellation: “a Centauri, y Velorum ε Ind “the.

Flamsteed nomenclature: which is a bit simpler because it is based on numbers, assigning 1 to the brightest and with the one with a slighter, less luminous ascension, example: “4 Ursae Majoris, 14 Herculis, 61 Cygni”, etc. …

Nomenclature of variable stars: based on capital letters of the Latin alphabet starting from R, followed by the genitive of the constellation and in some variable stars the nomenclature is such that the lowest is identified with the letter V, which is precisely for Variable followed by the number and from the genitive of the constellation, example: “S Doradus, RR Lyrae, V838 Monocerotis”, etc …

Observational astronomy with the going forward always used more advanced systems so they gave life to the nomenclature system which consequently classified them in “stellar Catalogs”.

Stellar Catalogs:
Bright Star
ADS Catalog: the “Double Stars” catalog
AGK catalog
Hipparcos catalog:
Henry Draper catalog: Catalog of metric and spectroscopic astro data
HR Catalog: Catalog of “Brilliant Stars”
PPM catalog
SAO Catalog
WDS catalog
Fudamental Katalog
General Catalog of Variable Stars
Bonner Bonner DurchMusterung

CLASSIFICATION
Morgan-Keenan Spectral Classification: it is based on the surface temperature (on the color) and in turn allows to divide the stars into various groups or the Spectral Types: W, O, B, A, F, G, K, M, (R, S, N), L, T, and each spectral type is subdivided into various subclasses starting from 0 which is the warmest at 9 which is the least warm.

Spectral Classification of Yerkes: Associated with the previous one, it takes into account the effects of the luminosity and the dimensions of their spectral lines and divides them into eight subclasses from 0 that identifies the hypergiants to VII, which are the White Dwarfs which in turn have a subdivision particular.

There are other stars that have a further classification, to describe their spectral peculiarities, use the letter M to identify the level of metals and the V of var for the variability for the spectral types

 

Stella Sottonana
Stella Nana
       Star Class O V
       Star Class B V
       Star Class A V
       Star Class F V
      Star Class G V
      Star K-Class V
      Star Class M V
Giant sub star
Giant Star
      Blue Giant
     Red Giant
Brilliant Giant Star
      Supergigante Blu
      Supergigant Red
      Supergigant Yellow
Hypergigating Star
      Star of Wolf-Rayet”

(Fonte: https://it.wikipedia.org/wiki/Portale:Stelle)

 

 

Informazioni su Pamela

Blogger,You Tuber, musicista, scrittrice,make up artist, fashionist, Cake Designer, Designer e artista generica Interessi: musica, Arte, lettura, cinema, design

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Neovitruvian's Blog

Il mondo é governato da segni e simboli, non da leggi e frasi

The Putrescent Vein

Beneath the rot of the corrupted mind...

Wild heart, Gipsy soul

"Not all those who wander are lost"

Magik World

L'importante non è ciò che siamo, ma quello in cui crediamo e io...credo nell'Amore"

Il nascondiglio della strega

Tra magia e amore...

Biblica Gothica

- a guide to goth

Un punto di riferimento per Fanwriters e Scrittori!

Puoi fare qualsiasi cosa con la scrittura!

COOK&COMICS

cucina a fumetti!

Bruciami Dentro

Chi sono io? Sono solo una piccola donna che lotta ogni giorno contro i suoi demoni. A volte vincono loro e mi lasciano come un guscio vuoto, pronta ad essere nuovamente devastata. Altre volte invece sono io a vincere e allora vedo il sole anche se sta diluviando

wwayne

Just another WordPress.com site

NIENTE PANICO

procedete guardinghi perché non conoscete il vero volto delle cose che vi circondano

Ultimate Precure Orchestra!!

Blogging Precure, Singing Precure, Living Precure

Laura Imai Messina.com

Sito ufficiale di Laura Imai Messina

Filmmaker's Life

Il blog italiano del mondo dei Filmmakers

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: