Coco Chanel


maxresdefault1

In questa categoria voglio raccontarvi la prima parte, essendo molto lungo l’argomento, una delle mie passioni che è il mondo della moda, nel mondo cinema quando ricorrevano gli anni più luminosi di Marylin Monroe, simbolo di bellezza ed eleganza, oltre ad essere che icona cinematografica, la moda aveva preso il suo potere e una delle case di moda che ebbe molto scalpore e successo a cominciare dagli anni venti è quella di Coco Chanel che rivoluzionò l’idea e il concetto di femminilità nella cultura popolare del XX sec.

Gabrielle Bonheur Chanel, detta “Coco”, nasce il 19 Agosto 1883 a Saumur, in uno ospizio per poveri, da Henri-Albert Chanel e da Jeanne De Volle. La famiglia poco dopo si trasferì a Issoire, ma dopo la morte della moglie, Albert prese con se i figli per poi lasciarli di nuovo nella residenza della propria madre a Vichy, ma la donna non potè occuparsi dei bambini quindi vennero mandati in seguito in un’azienda agricola a lavorare.

Coco e sua sorella vennero invece date in affidamento alla congregazione delle Suore del Sacro Cuore, presso l’orfanotrofio di Aubazine e nelle sue collezioni Chanel si può notare un’influenza della vita monacale del bianco e nero che s’inspira alla tonaca delle suore.

00-holding-5-things-coco-chanel

Etienne De Balsan 

I primi anni Chanel lavorò alla bottega della “Maison Grampayre” e cominciò a lavorare in un Caffè-concerto, il soprannome “Coco” arriva dalla canzone “Qui qu’ va Coco!”, anche se dissero che abbia numerosi significati nel mondo “Chanel” e li che incontrò Etienne De Balsan che fu il suo primo amante, lui aveva 24 anni e lei 21 la loro storia d’amore durò sei anni e fu anche il suo primo finanziatore nei suoi primo lavori. Durante la loro storia Coco si trasferì nella sua residenza, nel castello di Royallieu, nel quale ospitava anche un’altra delle sue amanti, Emilienne D’alecon, che infine lo lasciò per un fantino. Etienne era un appassionato di corse di cavalli e cavalli, qui Coco imparò a cavalcare, e fu da questo che ebbe un’altra ispirazione: i pantaloni e gli stivali da cavallerizza e cravattine lavorate a maglia.

Etienne non comprendeva molto la sua voglia creativa e di lavorare, ma le permise di lavorare presso il suo appartamento a Parigi, cosi Coco iniziò la sua carriera realizzando cappellini in un’epoca dove andavano di moda i cappelli sontuosi ricoperti di piume, cosi Coco cominciò a realizzare capellini di paglia ornati da singole piume e la sua prima cliente fu proprio Emilienne e attraverso Balsan, Coco formò la sua prima clientela.

Boy Chapel e la Rue Cambon

Presso la residenza di Etienne De Balsan conobbe Boy Chapel, che fu l’amore della sua vita e lui era nell’eportazione di carbone, a differenza di Balsan, incoraggiò la passione di Chanel e finanziò il suo lavoro, andarono a vivere a Parigi anticipandole i soldi per aprire la sua boutique nella 31 Rue de Cambon.

Coco e Boy non si sposarono mai per via del via del divario sociale che c’era tra loro, cosi la mise di fronte ad un enorme decisione “il matrimonio o il lavoro” dato che lui da li a poco avrebbe sposato un’altra donna, ma Coco scelse istintivamente il lavoro.

Nel 1912 la botique era già avviata e Chanel cominciò a vendere oltre ai suoi cappellini, maglioni, gonne e qualche vestito, cosi Suzanne Orlandi indossò il primo vestito firmato Chanel intonando i suoi abiti sul beige, il blu marine, ma restò sulle tonalità principali che furono il bianco e il nero.

fallback-1280x720

Chanel.com

“Coco Chanel

In this category I want to tell you the first part, being very along the subject, one of my passions that is the world of fashion, in the cinema world when they used the brightest years of Marylin Monroe, a symbol of beauty and elegance. Fashion icon had taken its power and one of the fashion houses that had a lot of feelings and success since the 1920’s was that of Coco Chanel who revolutionized the idea and concept of femininity in popular culture of the twentieth century.

Gabrielle Bonheur Chanel, called “Coco”, was born on August 19, 1883 in Saumur, in a slaughterhouse for the poor, by Henri-Albert Chanel and Jeanne De Volle.
The family moved to Issoire shortly afterwards, but after the death of his wife, Albert took off with his children and then left them back to his mother’s residence in Vichy, but the woman could not take care of the children, so they were later sent to a Farm to work.
Coco and his sister were instead relied on the concelebration of the Sisters of the Sacred Heart, at Aubazine’s orphanage and in his Chanel collections, one can notice an influx of the monastic life of black and white that is rising to the tune of the nuns.

Etienne De Balsan

In the early years Chanel worked at the “Maison Grampayre” workshop and started working in a Concert-Café, the nickname “Coco” comes from the song “Qui qu ‘goes Coco!”, Although they said they had many meanings in the world “Chanel “And he met Etienne De Balsan who was her first lover, he was 24 and she 21 their love story lasted six years and was also her first financier in her first job.

During their history, Coco moved to his residence in Royallieu Castle, where he also housed another of his lovers, Emilienne D’alecon, who eventually left him for a jockey. Etienne was a passionate about horse racing and horses, here Coco learned to ride, and that was another inspiration: his pants and boots and knitwear knitwear.

Etienne did not understand much of his creative desire to work, but allowed her to work at her apartment in Paris, so Coco began her care by making cappellini at a time where fashionable hats filled with feathers went in fashion, so Coco began To create straw caps decorated with single feathers and his first customer was Emilienne himself and through Balsan, Chanel formed his first clientele.

 

Tag:, , , , , , ,

Informazioni su Pamela

Blogger,You Tuber, musicista, scrittrice,make up artist, fashionist, Cake Designer, Designer e artista generica Interessi: musica, Arte, lettura, cinema, design

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Neovitruvian's Blog

Il mondo é governato da segni e simboli, non da leggi e frasi

The Putrescent Vein

Beneath the rot of the corrupted mind...

Wild heart, Gipsy soul

"Not all those who wander are lost"

Magik World

L'importante non è ciò che siamo, ma quello in cui crediamo e io...credo nell'Amore"

Il nascondiglio della strega

Tra magia e amore...

Biblica Gothica

- a guide to goth

Un punto di riferimento per Fanwriters e Scrittori!

Puoi fare qualsiasi cosa con la scrittura!

COOK&COMICS

cucina a fumetti!

Bruciami Dentro

Chi sono io? Sono solo una piccola donna che lotta ogni giorno contro i suoi demoni. A volte vincono loro e mi lasciano come un guscio vuoto, pronta ad essere nuovamente devastata. Altre volte invece sono io a vincere e allora vedo il sole anche se sta diluviando

wwayne

Just another WordPress.com site

NIENTE PANICO

procedete guardinghi perché non conoscete il vero volto delle cose che vi circondano

Ultimate Precure Orchestra!!

Blogging Precure, Singing Precure, Living Precure

Laura Imai Messina.com

Sito ufficiale di Laura Imai Messina

Filmmaker's Life

Il blog italiano del mondo dei Filmmakers

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: