Archivio | 31 marzo 2014

Thor – The Dark World



E’ il sequel del film di “Thor”, diretto da Alan Taylor. Il film racconta di come Malekit, un elfo oscuro, vuole impossessarsi dell’Aether un materiale fluido dotato di un enorme potere che, sfruttando un rarissimo allineamento di pianeti chiamato “Convergenza”, avrebbe potuto riportare l’universo nella sua oscurità originaria.
Questo film ha come protagonisti principali ancora Chris Hemsworth nel ruolo di Thor, Natalie Portman come Jane Foster, Tom Hiddleston nei panni di Loki e infine Anthony Hopkins nella parte di Odino.
Tratto liberamente dal fumetto della Marvel Comics Thor scritto da Stan Lee, la sua trama racconta, come ho detto prima, della presa al potere di Malekit un elfo oscuro che vuole impossessarsi dell’Aether e per impedire questo Thor chiede aiuto al suo fratellastro Loki.

Il cast principale è formato da:

Chris Hemsworth: Come nel primo film ancora nei panni di Thor, principe ereditario di Asgard.

Natalie Portaman: Di nuovo nei panni della dottoressa Jane Foster che prova un certo interesse per Thor

Tom Hiddleston: Che interpreta nuovamente Loki che in questo film ha dichiarato di voler tirar fuori dal personaggio i suoi istinti più oscuri del suo carattere e farlo altalenare tra il lato oscuro e della sua redenzione

Anthony Hopkins: Nel ruolo di Odino, padre di Thor e padre adottivo di Loki.

Una delle particolarità del montaggio del film è che sono state incluse, alla fine del film, due spezzoni che introducono due film o meglio sicuramente uno perchè, il primo i “Guardiani della Galassia” e l’altra che mostra Thor che ritorna sulla terra per stare con Jane, il quale fa riferimento ad un terzo sequel in un prossimo futuro.

Come direttore della fotografia chiamarono Kramer Morgen che stava già lavorando per “Games of Thrones” e per questo film provò alcune macchine fotografiche fra cui scelse la Arri Alexa Inoltre, dopo che ebbe visto F65 della Sony. Oltre a questo tipo usò anche la Red Epica e la Canon EOS SD MARK.
Inoltre il film è stato girato anche in IMAX 3D e gli effetti visivi sono stato creati in sette differenti strutture tra cui il Double Negative e Immagini Luma. Lo studio Blur è il palazzo della sequenza del prologo del film. Quella sequenza all’inizio doveva essere fatto a Computer Grafica con la live-action. Infine l’uso del CG che ha consentito una maggiore libertà di movimento.
Alan Taylor volle dare ad Asgard un aspetto più naturale, cosi gli equipaggi del film girarono le coste della Norvegia sempre con una fotocamera Arri Alexa, per tre giorni avendo cosi ben 6 ore di filmati.
Per le scene che si svolgono a Svartalfheim la produzione l’ha girato in Islanda con la Double Negative.

Specifiche Tecniche
Telecamere: Arri Alexa Inoltre 04:03,Panavision C-, G-Series, ATZ e lenti AWZ2
Canon EOS 5D Mark II, Obiettivi Canon (seconda unità: fotocamera crash)
Phantom Flex, lenti Panavision G-Series (scatti ad alta velocità)
Red Epic, lenti Panavision G-Series (alcuni scatti)

Laboratorio: Technicolor, Hollywood (CA), USA (digital intermediate)

Film Lunghezza: 3070 m (7 reels)

Negative Format: Codex ARRIRAW (2.8K)
Redcode RAW (5K)

Processo cinematografico: Digital Intermediate (2K) (formato master)
Panavision (anamorfico) (formato sorgente)

Formato stampa film: 35 mm (Fuji Eterna-CP 3514DI)
D-Cinema (anche in versione 3-D)

Luoghi delle riprese: .Islanda,
.Skógarfoss Waterfall,
.Iceland,
.Reykjavík, Islanda
.Shepperton Studios, Shepperton, Surrey, England, UK
.Sonehenge, Salisbury Plain, Wiltshire, England, UK
.Blythe House, 23 Blythe Road, West Kensington, Londra, Inghilterra,
(Stazione di polizia)
.Old Royal Naval College di Greenwich, Londra
.Bourne Woods, Farnham, Surrey
.Raleigh Manhattan Beach Studios – 1600 Rosecrans Avenue, Manhattan
Beach, California (Studio)
.EMI, Blyth Road, Hayes, Middlesex
.Longcross Studios, Chobham Lane, Longcross

Per concludere questo film è decisamente migliore del primo per alcune ragioni:
– Nel primo film, Thor, mette in risalto la figura dell’eroe racconta le sue abitudini e il suo stile di vita e degli abitanti di Asgard e infine racconta della sua storia con Jane Foster, mentre Loki lo si vede quasi come in un ruolo secondario e la causa dei problemi.

– Il secondo film nell’insieme invece è più movimentato, Jane Foster è sempre il punto fermo del film, la figura di Loki invece è quasi in primo piano ed anche la “soluzione” ai problemi in un certo senso

Questa comunque era solo una mia visione generale di questo bellissimo film, per ogni vostra opinione io sono qui

“And ‘ the sequel to the movie “Thor” , directed by Alan Taylor. The film tells how Malekit , a dark elf , wants to take dell’Aether a fluid material has a tremendous power , taking advantage of a rare alignment of planets called “convergence” could bring the universe in its original obscurity .
This film has as its main protagonists still in the role of Thor Chris Hemsworth , Natalie Portman as Jane Foster , Tom Hiddleston in the role of Loki and finally Anthony Hopkins in the role of Odin.
Taken freely from the Marvel Comics Thor comic written by Stan Lee, tells its story , as I said before, the outlet to the power of Malekit a dark elf who wants to take to prevent this dell’Aether and Thor asks for help to his half-brother Loki .

The main cast consists of :

Chris Hemsworth : As in the first film still in the role of Thor, the crown prince of Asgard.

Natalie Portaman : Back as Dr. Jane Foster who feels a certain interest for Thor

Tom Hiddleston : What plays Loki again in this film said it would pull out of character his darkest instincts of his character and make it swing between the dark side and his redemption

Anthony Hopkins : In the role of Odin, father of Thor and adoptive father of Loki .

One of the peculiarities of the editing of the film is that it has been included at the end of the movie, two clips that introduce or rather two films definitely one because the first of the ” Guardians of the Galaxy ” and the other showing that Thor returns to Earth for stay with Jane , which refers to a third sequel in the near future.

As director of photography called Morgen Kramer who was already working for “Games of Thrones ” and for this film he felt some cameras such as the Arri Alexa chose Moreover, after he had seen the Sony F65 . In addition to this he also used the Red Epic and the Canon EOS SD MARK.
In addition, the film was also shot in IMAX 3D and visual effects have been created in seven different structures including the Double Negative and Luma Pictures . The study Blur is the palace of the sequence of the prologue of the film. That sequence at the beginning was to be done in computer graphics with live-action . Finally, the use of CG that has allowed a greater freedom of movement .
Alan Taylor wanted to give a more natural look to Asgard , so the crew of the film turned the coasts of Norway always with a camera Arri Alexa, for three days so having a good 6 hours of footage .
For the scenes that take place in Svartalfheim production has shot in Iceland with Double Negative .

Camera: Arri Alexa Plus 4:3, Panavision C-, G-Series, ATZ and AWZ2 Lenses
Canon EOS 5D Mark II, Canon Lenses (second unit: crash camera)
Phantom Flex, Panavision G-Series Lenses (high-speed shots)
Red Epic, Panavision G-Series Lenses (some shots)

Laboratory: Technicolor, Hollywood (CA), USA (digital intermediate)

Film Length: 3.070 m (7 reels)

Negative Format: Codex ARRIRAW (2.8K)
Redcode RAW (5K)

Cinematographic Process: Digital Intermediate (2K) (master format)
Panavision (anamorphic) (source format)

Printed Film Format: 35 mm (Fuji Eterna-CP 3514DI)
D-Cinema (also 3-D version)

Filming Locations: .Islanda,
.Skógarfoss Waterfall,
.Iceland,
.Reykjavík, Islanda
.Shepperton Studios, Shepperton, Surrey, England, UK
.Sonehenge, Salisbury Plain, Wiltshire, England, UK
.Blythe House, 23 Blythe Road, West Kensington, Londra, Inghilterra,
(Stazione di polizia)
.Old Royal Naval College di Greenwich, Londra
.Bourne Woods, Farnham, Surrey
.Raleigh Manhattan Beach Studios – 1600 Rosecrans Avenue, Manhattan
Beach, California (Studio)
.EMI, Blyth Road, Hayes, Middlesex
.Longcross Studios, Chobham Lane, Longcross

To conclude this movie is definitely better than the first for a few reasons:
– In the first film, Thor, highlights the figure of the hero tells his habits and his way of life and the inhabitants of Asgard and finally tells his story with Jane Foster, while Loki is seen almost as a role secondary and the cause of the problems.

– The second movie as a whole is rather more eventful, Jane Foster is still the mainstay of the film, the figure of Loki on the other hand is almost in the foreground as well as the “solution” to the problems in a way

This, however, was just my general view of this wonderful film, for every opinion I’m here”

Neovitruvian's Blog

Il mondo é governato da segni e simboli, non da leggi e frasi

The Putrescent Vein

Beneath the rot of the corrupted mind...

Wild heart, Gipsy soul

"Not all those who wander are lost"

Magik World

L'importante non è ciò che siamo, ma quello in cui crediamo e io...credo nell'Amore"

Il nascondiglio della strega

Tra magia e amore...

Biblica Gothica

- a guide to goth

Un punto di riferimento per Fanwriters e Scrittori!

Puoi fare qualsiasi cosa con la scrittura!

COOK&COMICS

cucina a fumetti!

Bruciami Dentro

Chi sono io? Sono solo una piccola donna che lotta ogni giorno contro i suoi demoni. A volte vincono loro e mi lasciano come un guscio vuoto, pronta ad essere nuovamente devastata. Altre volte invece sono io a vincere e allora vedo il sole anche se sta diluviando

wwayne

Just another WordPress.com site

NIENTE PANICO

procedete guardinghi perché non conoscete il vero volto delle cose che vi circondano

Ultimate Precure Orchestra!!

Blogging Precure, Singing Precure, Living Precure

Laura Imai Messina.com

Sito ufficiale di Laura Imai Messina

Filmmaker's Life

Il blog italiano del mondo dei Filmmakers

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: